La Lida Sez. Olbia è parte della L.I.D.A (Lega Italiana dei Diritti dell’Animale) nazionale e dal dicembre 1999 opera sul territorio, caratterizzandosi per il suo tipo di intervento a favore dei Diritti degli Animali riconosciuta con Decreto Ministero Ambiente 26.05.1987, Registro Volontariato Regione Sardegna Settore Ambiente, Sezione Tutela degli animali da affezione al n. 1369.

Il nostro rifugio privato "I Fratelli Minori" ad Olbia, ospita annualmente una media di 700 cani e 250 gatti.

L’associazione porta avanti la propria missione attraverso l’autofinanziamento pertanto sono le quote associative e le donazioni dei privati a permettere alla stessa lo svolgimento delle proprie attività oltre ad un intervento da parte del Comune di Olbia per una cifra stabilita annualmente che copre poco meno di un terzo dei costi di gestione.

I fondi raccolti sono destinati a sostenere le spese necessarie per gli interventi di sterilizzazione di cani randagi, per l’assistenza agli animali raccolti per le strade, feriti e bisognosi di cure, per la gestione del Rifugio che si trova in costante difficoltà e per le campagne informative sui diritti degli animali, l’educazione al rispetto e i doveri nei loro confronti e sul randagismo.

La L.I.D.A. Sez Olbia, fa parte della L.I.D.A. nazionale e si occupa sul territorio di:

  • Contribuire al miglioramento della condizione degli animali, assicurando l’applicazione delle norme giuridiche che li tutelano;
  • Svolgere opera di educazione e sensibilizzazione della popolazione sull'importanza del rispetto e della corretta convivenza con gli animali, di qualsiasi specie;
  • Promuovere adozioni in Italia ed all'estero;
  • Combattere il randagismo, divulgando informazioni sulla utilità dalla sterilizzazione come corretto controllo delle nascite, contributo alla soluzione del grande problema della sovrappopolazione canina ed il reinserimento nel loro ambiente di provenienza.
  • Promuovere Adozioni a Distanza, una formula che nasce per consentire a tutti quei cani costretti a vivere in canile, per i quali non si prospetta un felice futuro in famiglia di condurre un'esistenza comunque serena, tutti possono diventare “mamme e papà“ a distanza di uno di loro sostenendo l’iniziativa e concorrendo al mantenimento con un piccolo contributo.

Accogliamo annualmente un numero elevato sia di cani (dai 600 ai 700) che di gatti.

I cani liberi, cosiddetti di quartiere, sono regolarmente seguiti da gruppi di volontari, i quali si occupano sistematicamente di tutti i loro fabbisogni quotidiani, nonché della sterilizzazione delle femmine adulte.

Noi contribuiamo con cibo, cure specifiche e sterilizzazioni in caso di necessità.

Il randagismo è dato al 90% dei casi, da cagnoline padronali non sterilizzate, che vengono lasciate libere di vagare ed accoppiarsi, generando così decine di cucciolate indesiderate di cui gli stessi padroni si liberano nei modi più svariati.

La gestione del rifugio è impegnativa ed onerosa, accogliendo animali abbandonati e vaganti, le emergenze per noi sono all'ordine del giorno.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a fini statistici, per misurare il traffico, effettuare test per migliorare le prestazioni e personalizzare la navigazione del sito. Continuando a navigare sul sito, cliccando su qualsiasi contenuto del sito o chiudendo questo banner, acconsenti al loro utilizzo. Cookies policy